• La cooperazione sociale al tempo del Covid. E dopo?

    Il 5 novembre a Bologna l’appuntamento congressuale delle cooperative sociali dal titolo: “La cooperazione sociale al tempo del Covid. E dopo?”

    PROGRAMMA
    9.30 Accoglienza
    10.00 Apertura e conduzione dei lavori
    Barbara Lepri, Direttrice Legacoop Emilia-Romagna

    Saluti Istituzionali
    Matteo Lepore, Sindaco di Bologna
    Stefano Bonaccini, Presidente Regione Emilia-Romagna

    10.15 Relazione congressuale
    Alberto Alberani, Responsabile Regionale e Vicepresidente Nazionale di Legacoopsociali

    10.45 L’ analisi di 24 bilanci 2020
    Luciano Marangoni

    11.15 La cooperazione sociale nel 2030
    Guido Caselli, Direttore Centro Studi e vice Segretario Generale Unioncamere Emilia-Romagna

    11.45 Comunicare la cooperazione sociale
    Giancarlo Pergallini, Comunicazione Legacoop Emilia-Romagna

    12.00 Commenti alla relazione
    Raffaele Donini, Assessore alle politiche per la salute Regione Emilia-Romagna

    12.45 Il Congresso Legacoopsociali
    Eleonora Vanni, Presidente Legacoopsociali Nazionale

    13.15 Conclusioni
    Giovanni Monti, Presidente Legacoop Emilia-Romagna

    Per partecipare è necessario il green pass e registrarsi al link

  • La Cooperazione bolognese dialoga coi candidati Sindaco

    Dopo la significativa esperienza della Giornata della Cooperazione bolognese di mercoledì 22 settembre, nella quale l’Alleanza delle Cooperative Italiane di Bologna ha dialogato con gli attori principali della città ed ha presentato ai candidati alle imminenti elezioni comunali le proprie proposte ed i progetti per lo sviluppo futuro, raccolti nel documento Bologna SI-CURA, l’Alleanza Cooperative Italiane di Bologna organizza “La Cooperazione bolognese dialoga coi candidati Sindaco“, un incontro coi candidati sindaco per la Città di Bologna.

  • Il Pilastro a Società Dolce

    Simone Borsari, presidente del quartiere San Donato-San Vitale, ha visitato la sede di Società Dolce e il totem creato dall’artista Eugenio Tibaldi e dai ragazzi del Pilastro, agglomerato popolare alla periferia di Bologna. Uno spazio con tante contraddizioni, ricco di potenzialità e risorse di cittadinanza attiva, capace di partecipazione e impegno sociale. Il totem include in una colata di resina, oggetti scelti dai ragazzi e destinati ad essere buttati, resi immortali nell’opera, a testimoniare che ci sono bellezza e futuro anche dove non ce l’aspettiamo.

  • ACI, Bologna Si-Cura

    Bologna Si-Cura, il 22 settembre 2021, in occasione della Giornata della Cooperazione, confronto e dialogo con tutti gli attori economici e istituzionali della città. Saranno presentate le proposte della cooperazione bolognese in vista del voto.

    La cooperazione è da sempre tra gli attori principali della società civile ed economica di Bologna. Mira alla realizzazione di beni e servizi che riguardano la vita delle persone e delle comunità in cui opera e delle quali si sente responsabile. Molti sono gli ambiti di generazione di valore condiviso e diffuso da parte della cooperazione che, nel corso della sua storia, si è fatta depositaria di una visione della società e del mercato che vuole mettere a disposizione del territorio, delle Istituzioni e di coloro che si candidano ad amministrarle per i prossimi anni. In occasione delle elezioni amministrative del 3 e 4 Ottobre, l’Alleanza delle Cooperative Italiane di Bologna, che riunisce le rappresentanze territoriali di Agci, Confcooperative e Legacoop, intende partire da questo serbatoio di esperienze e competenze, per rilanciare – in questo particolare momento storico – il dialogo con la città e i suoi principali attori, nonché coi candidati alla guida delle Istituzioni locali.

    La visione dalla quale muove l’Alleanza delle Cooperative bolognesi parte dalla presa in carico delle difficoltà economiche e sociali determinate dal Covid. Per guardare al futuro di Bologna, è necessario partire dalla cura delle ferite e dalla ricucitura degli strappi prodotti dalla pandemia. Il bisogno di cura e di sicurezza è indicato dal titolo scelto per la Giornata della Cooperazione del 22 settembre 2021, Bologna Si-Cura, presso Dumbo, Via Casarini 19, Bologna.

    Le proposte della cooperazione per Bologna saranno presentate da Rita Ghedini, Daniele Ravaglia e Massimo Mota, rispettivamente presidente e co-presidenti dell’Alleanza delle Cooperative Italiane di Bologna. Il 22 settembre, in occasione della Giornata della Cooperazione, ci saranno diversi momenti di confronto con tutti gli attori economici, istituzionali e sociali della città, sulle proposte della cooperazione. All’evento saranno invitati i candidati alle amministrative del 3 e 4 ottobre 2021.

    Nella Sessione del mattino > PANEL 2 “Bologna – Italia. Scenari di sviluppo sostenibile e contributo delle imprese cooperative” – in programma dalle ore 11.00 alle 12.30 – si segnala, tra gli altri, la partecipazione in qualità di relatrice di Caterina Segata, responsabile area educativa Società Dolce.

    (fonte Eventbrite)

     


    In presenza: c/o Dumbo, via Casarini 19, Bologna
    In applicazione del Decreto Legge n. 105 del 23 luglio 2021, è necessario presentare all’ingresso la certificazione verde COVID-19 (Green Pass), in formato cartaceo o digitale.

    In diretta streaming sui canali YouTube: You Tube aYou Tube b

    Per partecipare è necessario iscriversi al seguente link: https://bologna_si-cura_aci_2021.eventbrite.it/

  • Fuori dall’ombra: le vite sospese dei figli delle vittime di sfruttamento

    Piccoli schiavi invisibili 2021 – XI Edizione
    Pubblicazione a cura di Save the Children, 26 luglio 2021

    Mettere al centro la vittima di tratta implica la necessità di prevedere interventi ad ampio raggio anche nei confronti dei figli/e presenti, un fenomeno in costante e progressiva emersione. Risulta sempre maggiore infatti la presenza di bambini e bambine figli di giovani donne sole, circondati da situazioni di violenza e talvolta loro stessi a rischio di sfruttamento. Con questo rapporto, sempre con l’obiettivo di contrastare tratta e sfruttamento, proponiamo una lettura del fenomeno come strumento imprescindibile per mettere in campo azioni adeguate.

    Nel rapporto sono vari i riferimenti al lavoro del Team Anti Tratta Minori attivo sul Comune di Bologna, facente parte del Sistema di Interventi Regionale ‘Oltre la Strada’ ed implementato dalla Cooperativa Sociale Società Dolce.

  • Incontriamoci in Cortile

    Giovedì 29 luglio 2021 ore 19 presso il Cortile di Corte 3
    via Nicolò dall’Arca 36 a Bologna

    L’evento è realizzato all’interno di “Rapporti Corti“, progetto sperimentale finanziato dall’Impresa Sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile.
    https://rapporticorti.it/
    https://percorsiconibambini.it/rapporticorti/

    PROGRAMMA
    Ore 19,00 Presentazione del progetto e delle sue attività

    Ore 19,30 “Costruttore di Storie”, spettacolo de La Baracca – Testoni Ragazzi
    Un uomo racconta una storia. È la storia di un ponte che deve attraversare un grande fiume, un fiume che separa due città nemiche da sempre. Costruisce questa storia pezzo per pezzo usando un ’altra storia, e poi un’ altra, e un’ altra ancora. Storie piccole e diverse tra loro, che vanno da qui a lì proprio come ponti. E intrecciano parole e immagini e oggetti, uno dopo l’altro.Costruttore di storie è uno spettacolo fatto di storie che si susseguono e alternano, e che finiscono tutte dentro la storia di uomo che racconta una storia: la storia di un ponte che deve attraversare un grande fiume.

    Ore 20,30 Cena comunitaria a cura di Cucine popolari

    Ore 21,00 Concerto a cura di Scuola Popolare di Musica Ivan Illich

    L’evento è gratuito.
    Per partecipare è richiesta l’iscrizione telefonando al num. 3755252350 (Silvia), scrivendo una mail all’indirizzo info@rapporti corti.it, oppure recandosi a Spazio Incontro, in via Bolognese 22 (martedì ore 14-18, giovedì 9:30-13:30).

  • Emergenza sanitaria e vulnerabilità sociale: c’è ancora spazio per l’empowerment di comunità?

    Alessandro Tolomelli è l’autore del Working Paper 4/2021 della collana 2WEL dedicato ai Laboratori di Comunità. Questi sono servizi di welfare di nuova tipologia nati a Bologna nel 2014 e dedicati all’incontro di persone con dimora e senza dimora con l’intento di tenere insieme mondi che sono tradizionalmente separati. Il paper descrive l’approccio dell’empowerment di comunità sviluppato dai Laboratori nel corso degli anni e analizza l’impatto del lockdown della primavera 2020, che ha richiesto una modifica radicale della loro operatività.

     

    Tra le realtà prese in esame dall’autore figurano il Lab E20 ed il Laboratorio Belletrame di Società Dolce
    Leggi il working paper

  • Operatrice di Società Dolce premiata con il Premio Tina Anselmi 2021

    Giovedì 8 luglio 2021, nel Cortile Biblioteca Archiginnasio di Bologna, si è tenuta la cerimonia di consegna del Premio Tina Anselmi 2021 – V edizione
    Hanno partecipato la Presidente del Consiglio comunale di Bologna Luisa Guidone, l’Assessora alle Pari Opportunità Susanna Zaccaria e le Presidenti delle Associazioni di Bologna CIF, Carla Baldini e UDI, Katia Graziosi. Ha moderato Eloisa Betti di UDI Bologna.

    Istituito nel 2017 dalle sedi di Bologna del Centro Italiano Femminile (CIF) e dell’Unione Donne in Italia (UDI) con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Comunale di Bologna, il premio è rivolto alle donne dell’area metropolitana bolognese che si sono distinte nel mondo lavoro ed  è dedicato alla memoria di Tina Anselmi, prima donna a ricoprire la carica di Ministro della Repubblica Italiana con delega al lavoro.

    Tra le donne premiate nell’area Salute, Jovanka Kalem, operatrice addetta ai servizi di lavanderia presso la Residenza per Anziani Villa Paola gestita da Società Dolce dove ha svolto le sue mansioni con particolare responsabilità e senso del dovere durante l’emergenza sanitaria.

    Evento promosso dall’Unione donne in Italia e dal Centro Italiano Femminile di Bologna, con il patrocinio e con il contributo dell’Ufficio di Presidenza del consiglio comunale di Bologna.

  • Presentazione Video-Report “La nostra voce. I Familiari degli Anziani nelle strutture residenziali al tempo del Covid”

    Venerdì 25 giugno 2021 dalle ore 15.00 alle 16.30
    Presentazione degli esiti dell’indagine promossa dalla Città Metropolitana e dalla Direzione delle Attività Socio Sanitarie dell’Azienda USL di Bologna sulla situazione dei familiari degli ospiti nelle Case Residenza per Anziani (CRA) del territorio dell’Azienda USL di Bologna durante il periodo di emergenza COVID-19.

    L’incontro si terrà in diretta youtube sul canale Azienda USL di Bologna e avrà l’obiettivo di presentare il Video-Report “La nostra voce. I Familiari degli Anziani nelle strutture residenziali al tempo del Covid”. All’indagine hanno partecipato le CRA Villa Paola, Casa degli Etruschi e Nevio Fabbri, gestite da Società Dolce.
    Interverranno:
    Carlotta Bagaglia – Martina Belluto – Gerardo Lupi (Gruppo di ricerca – Direzione Attività Socio Sanitarie, Azienda USL di Bologna)
    Giulia Rodeschini – Vanessa Vivoli (Agenzia sanitaria e sociale regionale Emilia-Romagna)
    Familiari degli ospiti delle CRA

    L’incontro è pubblico e rivolto a chiunque desideri parteciparvi. 

  • Incontro con lo Psicologo Funzionale

    In data 16/06/21 si è svolto presso la sede della Cooperativa Sociale Società Dolce l’incontro con lo psicologo dell’ area Assistenza, Integrazione e Servizi Sanitari Dott. Fiorinto Scirgalea , il responsabile delle risorse umane Dott. Pietro Ravagli e lo staff dell’ufficio personale con l’obiettivo di introdurre, documentare e rendicontare  la psicologia delle organizzazioni e dei servizi.
    L’Azienda  come cita Luciano Rispoli (maestro e fondatore del Neo Funzionalismo moderno) non è solo strutture, cicli di produzione, prodotti, macchinari; bisogna imparare a vederla anche come un crocevia di emozioni e di sensazioni; uno stratificarsi di vissuti e di vicende, di entusiasmi e di delusioni, di crescita, di creatività, di movimenti.
    L’Azienda ha anche un corporeo: una pelle, un odore, una capacità di digerire e di nutrirsi, di muoversi e di inventare, di vivere e di prosperare, di liberare le sue capacità soffocate, di migliorare le sue potenzialità.
    L’Azienda ha emozioni, speranze, ricordi, preoccupazioni.
    E tutte queste sono Funzioni secondo la Psicologia Funzionale.
    Se tutte queste Funzioni sono interconnesse ed armonicamente equilibrate, allora l’Azienda avrà prosperità e benessere.

    Fiorinto Scirgalea, Psicologo